Guida alla Mindfulness: la meditazione più semplice

Chi per la prima volta si avvicina alla pratica della meditazione è spesso invaso da pregiudizi e resistenze, da mille scuse su cui comodamente si ci adagia per non affrontare una nuova esperienza. 

Ho sentito tanti commenti da chi, in fondo, non era ancora pronto ad accogliere questa pratica nella propria vita.

C'è chi dice sia troppo difficile.

C'è chi ritiene di non essere adatto perché incapace di "svuotare la mente".

C'è chi pensa di non avere abbastanza tempo.

Ma i benefici della meditazione Mindfulness sono talmente tanti che, se riuscirai a superare queste illusorie difficoltà, troverai subito la motivazione necessaria per iniziare realmente questo percorso.

Se vuoi provare e non sai come fare sono qui per te!

Segui le istruzioni riportate in questo articolo e lascia un commento, ho il piacere di sapere per te com'è stata questa esperienza.

 

Quindi trova 10 minuti di tempo da dedicare a te stesso/a e cominciamo...

 

Meditazione del respiro

Prima di iniziare

Prima di iniziare assumi una posizione comoda: sdraiati su un materassino o su un tappeto spesso, oppure siediti su una sedia.

Se decidi di svolgere questa meditazione coricato cerca la posizione più comoda: poni le braccia leggermente discostate dal corpo e le gambe parallele tra di loro con i piedi naturalmente flessi verso l’esterno.

Se siedi su una sedia cerca per quanto possibile di tenere la schiena dritta e staccata dallo schienale e i piedi ben poggiati al pavimento.

Se dovessi soffrire di qualche problema fisico o disabilità cerca semplicemente la posizione più comoda e rilassata.

Puoi decidere se tenere gli occhi chiusi o, se ti senti a disagio, puoi tenerli socchiusi sfocando la vista.

 

Il faro della consapevolezza

Immagina ora di poter orientare la tua attenzione come la luce di un faro e illumina di consapevolezza le sensazioni che derivano da quelle parti del corpo in contatto con la superficie che ti sostiene.

Potresti apprezzare le sensazioni tattili e di temperatura, le differenze di pressione tra le varie parti del corpo e tra la parte destra e sinistra.

Passa alcuni momenti ad esplorare queste sensazioni.

Mentre poni attenzione al tuo corpo è possibile che la tua mente possa distrarsi riempiendosi di pensieri, ricordi, preoccupazioni o giudizi.

Questo non è un errore e non darti la colpa se ciò dovesse accadere.

Limitati a riconoscere dov’è finita la mente e poi riaccompagna gentilmente l’attenzione verso l’oggetto della meditazione.

E se dovesse capitare cento volte, per cento volte puoi accorgerti del divagare della tua mente senza giudicarla e tornare gentilmente alla tua meditazione.

 

Il mondo in un respiro

Quando sarai sufficientemente soddisfatto del tempo passato ad esplorare il tuo corpo sposta la tua attenzione verso il tuo respiro, focalizzandoti sull’addome.

 

Cerca di apprezzare i movimenti che il tuo addome compie in relazione alle varie fasi della respirazione, notando cosa accade quando l’aria entra nel tuo corpo e quando l’aria esce. Forse noterai un leggero stiramento della pancia quando l’aria entra e sensazioni differenti durante l’espirazione. Se ti può aiutare appoggia entrambe le mani sull’addome per apprezzare meglio le sensazioni che derivano dal tuo respiro. Se puoi poni attenzione anche a cosa succede nelle pause tra un’inspirazione e l’espirazione e tra l’espirazione e l’inspirazione successiva. Ricorda che non c’è un modo giusto o sbagliato di svolgere questo esercizio e non cercare di controllare il tuo respiro o le tue sensazioni.

Qualunque sia la tua esperienza va bene così.

 

Lascia semplicemente che il tuo respiro si respiri da solo.

 

Continua a praticare per almeno 5 minuti o resta nella consapevolezza del respiro per quanto desideri e quando ti sentirai soddisfatto riapri gli occhi.

 

Conclusione

Com'è andata?

Raccontami la tua esperienza!!!

 

Come avrai notato questa pratica è estremamente semplice e include in sé tutte le caratteristiche fondamentali di una meditazione mindfulness: intenzionale, nel presente e senza giudizio.

Il respiro può essere una potente Ancora capace di radicarti nel momento presente ed ha il vantaggio di essere facilmente raggiungibile e sempre a tua disposizione.

Potrai tornare al respiro ogni volta che vorrai, anche mentre sei in movimento e stai svolgendo altre attività: sarà il tuo personale maestro di meditazione.

 

Se lo desideri potrai anche scaricare la traccia audio di questa meditazione.

Lascia qui la tua email e potrai accedere gratuitamente all'archivio di strumenti per la meditazione Mindful. Oltre a questa meditazione guidata troverai altri file che ti potranno essere utili per intraprendere il tuo percorso di pratica Mindful.

 

Grazie per aver letto questo articolo!!!

Se ti interessano questi argomenti e vuoi seguire le attività del blog ti invito ad iscriverti alla Mailing list del sito da qui e a condividere sui social i post che ti sono piaciuti di più.

Se vuoi iniziare un percorso di meditazione consapevole e vuoi sapere prima di cosa si tratta puoi provare le prime meditazioni guidate scaricandole da qui, avrai la possibilità di svolgere le prime pratiche a casa tua.

 

Grazie per la lettura e a presto,

Gabriele


Ti potrebbero interessare

Scrivi commento

Commenti: 0